Liberalizzazioni: CGIL, su servizi pubblici locali no svendita patrimonio

27/01/2012

 



La necessità di una maggiore governance e di una stabilità normativa non può trasformarsi in una svendita del patrimonio pubblico al solo scopo di fare cassa senza valutarne gli effetti sociali, economici ed occupazionali”. E' quanto sostiene la CGIL nel condividere “le perplessità e le critiche” espresse dall'ANCI in merito al capitolo sui servizi pubblici locali contenuto nel decreto liberalizzazioni.


La CGIL, osserva il responsabile Servizi pubblici locali di Corso d'Italia, Antonio Granata, “improcrastinabile che le funzioni e le titolarità degli enti locali territoriali non siano mortificate, pertanto, occorre aprire un serio confronto con il Governo che non escluda la partecipazione attiva del sindacato, delle imprese e delle associazioni dei consumatori”, conclude Granata.


Classificazione:
[Reti e terziario]  [Servizi pubblici locali] 


«marzo 2017»
»lumamegivesado
>272812345
>6789101112
>13141516171819
>20212223242526
>272829303112
>3456789
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy