Riforme: CGIL, ddl preoccupa, Parlamento risolva evidenti problemi

11/07/2013

“Ribadiamo la nostra preoccupazione e le nostre ferme critiche al disegno di legge costituzionale approvato dal Senato”. E' quanto afferma il segretario confederale della Cgil, Danilo Barbi, in merito al via libera in prima lettura da parte dell'aula di palazzo Madama al ddl costituzionale che disegna l'iter delle riforme.

Il dirigente della Cgil motiva così le critiche del sindacato di corso d'italia: “Il ddl ci preoccupa sia perché introduce una sorta di percorso specifico, seppur non molto diverso, di modifica della Carta costituzionale; sia perché legittima una generica volontà di modifica costituzionale, riferendosi a quasi tutti i titoli della seconda parte invece che ad una circostanziata e specifica modifica di singole parti della Costituzione, così come invece vorrebbe la Costituzione medesima. Da parte nostra - conclude Barbi - auspichiamo che nel prosieguo del percorso parlamentare si ponga riparo a questi evidenti problemi”.


Classificazione:
[Riforme Istituzionali] 


«maggio 2017»
»lumamegivesado
>24252627282930
>1234567
>891011121314
>15161718192021
>22232425262728
>2930311234
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy