I Giovani della CGIL verso lo Sciopero Generale. Lavoro, diritti, welfare X me, X noi, X tutti!

10/12/2014

I Giovani della CGIL si preparano allo Sciopero Generale del 12 dicembre rilanciando la campagna Xtutti attraverso numerose iniziative che in questi giorni si stanno svolgendo in tutta Italia.

La nuova campagna dei giovani della CGIL, lanciata in occasione della manifestazione nazionale del 25 ottobre, nasce per offrire, come spiegato da Andrea Brunetti, Responsabile delle Politiche Giovanili della CGIL "uno strumento di condivisione di esperienze di lavoro e per denunciare condizioni lavorative non dignitose, oltre a raccogliere esperienze dirette del sindacato, fatte in questi anni per dare voce al vasto mondo del precariato". Il 12 dicembre, ha proseguito il giovane dirigente sindacale "sarà ‎Sciopero Generale‬ contro il jobs act che riduce i diritti, nonostante ‪#‎lesupercazzole‬ del governo che dice di estenderli e contro la legge di (in)stabilità che impoverisce il paese. Il nostro sciopero generale sarà ‪#‎Xtutti‬, precari, atipici, partite Iva, stagisti, lavoratori in nero. X tutti i ricattati, i senza diritti e anche per i disoccupati".

I giovani della CGIL chiedono quindi una riforma del lavoro che semplifichi le regole senza togliere diritti, una vera estensione delle tutele a partire dagli ammortizzatori sociali che devono essere X tutti e il diritto a godere della propria maternità e paternità con retribuzione e tutele garantite. Chiedono infine regole nuove perché tutte le forme di lavoro siano rappresentate e sopratutto chiediamo lavoro, lavoro vero, lavoro di qualità.

APPELLO della Consulta delle Professioni

LE INIZIATIVE:

10 dicembre - Roma, stazione della Metro 'Conca d'Oro'
 
Flash mob 'Il lavoro non è un miracolo, ma un diritto!' - 'Non chiedere la grazia, scendi in piazza!'
Due giovani precari invocano la grazia per un lavoro stabile e di qualità, un lavoro atteso come un miracolo. E' quanto raffigurato dalle due gigantografie di tre metri esposte quest'oggi a Roma presso la stazione della metropolitana Conca d'Oro. Un'azione dimostrativa che la CGIL di Roma Nord e Civitavecchia ha promosso, in continuità con la campagna dei giovani Xtutti, per rilanciare le ragioni dello sciopero generale nazionale del 12 dicembre e per ribadire che il “Il lavoro non è un miracolo, ma un diritto!”.  Scarica le due gigantografie 1 - - VIDEO
10 dicembre - Roma, Colosseo
  Flash mob 'Abbattiamo il muro del silenzio della precarietà'
Parte dalla Fillea Cgil e della CdL Cgil di Roma e del Lazio la denuncia per gli oltre 5000 restauratori e archeologi del Lazio che raramente hanno un lavoro certo ed è spesso sfruttato. Parliamo di 700/800 euro netti mensili, siano esse partite iva false o vero lavoro autonomo in un settore che conta più del 50% di lavoro “atipico” e che per l’80 % è femminile, con un età media di 32/35 anni. Per dare voce ai lavoratori della Cultura ed a chi si occupa di tutela e valorizzazione, per dare una speranza ai giovani del nostro Paese, rompiamo il silenzio mercoledì 10 dicembre flash mob davanti al Colosseo, ore 16.45 - VIDEO
10 dicembre - Pescara, Camera del Lavoro - ore 18
  CGIL Pescara Night Edition. La CGIL di Pescara aprirà le porte della sua sede provinciale per una serata rivolta ai giovani e agli iscritti. L'evento prevede un aperitivo sociale, la proiezione di un film e un laboratorio per la realizzazione di striscioni e cartelli per il corteo del 12. La serata sarà l'occasione per lanciare la campagna Xtutti e per diffondere il materiale tra le fasce più giovani. Volantino
9 dicembre - Napoli, presso la sede CGIL di Napoli in via Torino, 16 - ore 17.30
  Assemblea  con studenti, associazioni, precari e atipici. Partecipa il responsabile delle politiche giovanili CGIL Nazionale Andrea Brunetti.

5 dicembre - Firenze

  Assemblea cittadina degli operatori del restauro e archeologia
4 dicembre - Firenze, in Piazza Repubblica - ore 12.30  
Flash mob della Filctem Cgil Firenze 'la palla al piede non siamo noi lavoratori'. All'indomani dell'approvazione del Jobs Act, in Piazza Repubblica a Firenze operai e impiegati aderenti alla Filctem Cgil hanno messo in scena un'azione di protesta, un flash mob, stamattina. Infatti secondo i lavoratori “il lavoro viene considerato una palla al piede, un freno per il Paese, ma non è così: siamo la parte produttiva e meritiamo rispetto, le nostre professionalità possono essere la risorsa decisiva dell'Italia solo se non saranno umiliate e mortificate.”
Per questo i lavoratori in Piazza Repubblica, tra la curiosità dei passanti, si sono ironicamente incatenati delle palle al piede e, dopo un giro nella piazza, hanno invitato i cittadini presenti a liberarli e utilizzare le palle per una partita di bowling contro alcuni birilli (con le scritte “demansionamento”, “videosorveglianza”, “precarietà”, “licenziamenti”, “disoccupazione”), i birilli (da abbattere) del Jobs Act, fino a fare “strike” per invitare tutte e tutti a partecipare allo sciopero generale del 12 dicembre. Infatti, dichiarano i lavoratori, “noi non ci arrendiamo e continueremo a lottare affinché nei decreti attuativi non vengano manomessi i diritti dei lavoratori”. FOTO su Repubblica Firenze - VIDEO: You Tube da ToscanaMedia - You Tube da Cgil Toscana

4 dicembre - Roma -  piazza Cinque Lune - ore 13.30.
 
Nuovo flash mob contro Jobs Act. All'indomani del via libera definitivo alla legge delega di riforma del lavoro, e in attesa del varo dei decreti delegati, i giovani del sindacato guidato da Susanna Camusso segnano un nuovo passaggio della campagna 'Xtutti'. Muniti ancora una volta di ombrelli bucati, in una nuova giornata di pioggia, hanno invaso corso del Rinascimento a Roma, all'altezza di palazzo Madama, per testimoniare come il Jobs Act 'fa acqua da tutte le parti'.
Il senso e le motivazioni di questo nuovo flash mob nelle parole di Andrea Brunetti, responsabile delle Politiche giovanili della Cgil Nazionale: “Siamo di nuovo qui a rappresentare il fatto che il Jobs Act fa acqua da tutte le parti. E' un ombrello che non copre, non tutela e non estende i diritti. Ciò che invece vogliamo che sia fatto con la nostra campagna 'Xtutti': un'iniziativa che parla a tutti ed è per tutti, a differenza del Jobs Act che invece non è per nessuno”. Ma la mobilitazione dei giovani del sindacato, così come della Cgil tutta, non si ferma, guarda allo sciopero generale 'Così non va!' del 12 dicembre e anche oltre. “Chiediamo che nei decreti attuativi ci sia davvero l'estensione e il miglioramento dei diritti. Al momento non ci crediamo e per questo daremo battaglia fino in fondo”, conclude Brunetti. (FOTO)

3 dicembre - Perugia, Sala riunioni Centro per l’Impiego - ore 8.30 - 13.30
  Assemblea sindacale dei precari dei servizi per il lavoro e la formazione. Iniziativa a favore di un investimento sui centri per l'impiego a partire dalla stabilizzazione dei lavoratori precari. I servizi pubblici efficienti sono la vera Garanzia Giovani. Cosa vogliamo - La supercazzola del Governo

27 novembre - Bologna, Via Marconi 67/2°
  Incontro fra Cgil Bologna e movimenti e associazioni. Si è tenuto, giovedì 27 novembre 2014, un incontro in Via Marconi 67/2° tra la Cgil di Bologna e varie realtà del mondo associativo e dei movimenti studenteschi del nostro territorio con obiettivo di stabilire i punti di convergenza e di reciproco ascolto all’interno del percorso di discussione e di mobilitazione riguardo alla giornata di sciopero del 12 dicembre indetto da Cgil e Uil come una tappa importante anche se non conclusiva. Leggi tutto

26 novembre - Roma, Galleria Colonna - ore 11.30
  Flash mob: Jobs Act 'fa acqua da tutte le parti'. Flash mob con ombrelli bucati sotto la pioggia, questo è il provvedimento sul lavoro Notizia - Foto - Video

Verso il 12 dicembre - Calabria


  Manifesti giganti e volantinaggi in tutta la regione


Classificazione:
[Politiche giovanili] 


«maggio 2017»
»lumamegivesado
>24252627282930
>1234567
>891011121314
>15161718192021
>22232425262728
>2930311234
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy