Nuove forme di impiego e diritto dell’Unione europea - Sintesi dei lavori del seminario annuale della Rete Europea di Diritto del Lavoro

02/02/2015 Nei giorni 27 e 28 novembre u.s. si è svolto all’Aia il 7° seminario annuale dello European Labour Law Network(ELLN), che ha avuto ad oggetto Le nuove forme di impiego e il diritto dell’Unione europea. Un utile osservatorio sulle varie forme di lavoro pracario diffuse nei paesi europei (voucher e crowdworking, contratto a zero ore, partage salarial, labour pooling, ecc.). Di seguito una sintesi dei lavori.

Nei giorni 27 e 28 novembre 2014 si è svolto all’Aia il 7° seminario annuale dello European Labour Law Network (ELLN)[1], che ha avuto ad oggetto “Le nuove forme di impiego e il diritto dell’Unione europea”. Un utile osservatorio sulle varie forme di lavoro pracario diffuse nei paesi europei (voucher e crowdworking, contratto a zero ore, partage salarial, labour pooling, ecc.).

Sono stati, tra l'altro, presentati i risultati di una recente ricerca sulle nuove forme di lavoro condotta da Eurofond (New Forms of Employment: Preliminary Executive Summary, 2014). In questo studio, le nuove forme di lavoro presenti negli Stati membri sono state identificate e classificate.

In allegato trovate una breve sintesi dei lavori curata da Silvia Borelli, che ha partecipato al seminario per la CGIL nella delegazione della Confederazione europea dei sindacati.



Allegati:
 Seminario_ELLN_2014_Nota_per_CGIL.pdf
Classificazione:
[Politiche europee]  [Politiche del diritto] 


«luglio 2017»
»lumamegivesado
>262728293012
>3456789
>10111213141516
>17181920212223
>24252627282930
>31123456
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy