Immigrazione: Cgil, costruire politica comune basata su valori di civiltà e umanità

20/04/2015 Appello "Fermare la strage. Subito!"

Il Comitato direttivo della Cgil Nazionale, riunitosi il 20 aprile a Roma, ha approvato un ordine del giorno sulla "enorme nuova tragedia nel Mediterraneo", in cui si esprime "profondo dolore" per quanto accaduto.

Il sindacato di corso d'Italia ha ribadito in modo netto che sul tema dell'immigrazione, dei rifugiati e dei richiedenti asilo l'Europa deve cambiare radicalmente: è questa consapevolezza che, fin dai mesi scorsi, ha portato Cgil, Cisl e Uil alla decisione di celebrare il Primo Maggio a Pozzallo, in Sicilia. E' necessario costruire una politica comune basata su valori di civiltà e umanità, i cui pilastri devono essere la creazione di corridoi umanitari, canali di ingresso legale oggi inesistenti, e un piano di accoglienza europeo.

Occorre poi - come si legge nel testo dell'Odg che si invia in allegato - "una vera missione di soccorso europea e, se ciò non dovesse essere immediatamente possibile, ripristinare subito Mare Nostrum" poiché Triton non è altro che una "ipocrita operazione di facciata di cui si vede tutta l'inadeguatezza".


Allegati:
 Sbarco20.4.2015.pdf
Classificazione:
[Immigrazione] 


«aprile 2017»
»lumamegivesado
>272829303112
>3456789
>10111213141516
>17181920212223
>24252627282930
>1234567
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy