Appalti: lunedì Cgil consegna alla Camera firme su proposta di legge. Incontro Camusso - Boldrini

30/04/2015 » MATERIALI GRAFICI » Proposta di legge - Sintesi - vademecum

Oggi, alle 11.30 il segretario generale della Cgil Susanna Camusso incontrerà la Presidente della Camera Laura Boldrini per illustrare i contenuti della proposta di legge di iniziativa popolare, promossa dal sindacato di Corso d'Italia, per la riscrittura delle norme in materia di appalti pubblici e privati. L'appuntamento si terrà dopo la consegna delle firme presso l'uffico testi normativi di Montecitorio.

'Gli appalti sono il nostro lavoro, i diritti non sono in appalto', questo lo slogan della campagna itinerante lanciata sei mesi fa e che si è conclusa il 30 aprile scorso, dopo aver percorso in lungo e in largo tutta la penisola. Un impegno straordinario messo in campo dalla Cgil, che in questo periodo ha organizzato centinaia di iniziative, banchetti e dibattiti.

Gli appalti e i sub appalti pubblici e privati dei diversi settori, da quello delle forniture e dei servizi a quello delle costruzioni, ricoprono un segmento produttivo importante: quelli pubblici da soli rappresentano più del 15% del Pil nazionale. I lavoratori impiegati sono oltre 3,5 milioni, spesso sono costretti a fare i conti con la mancanza di tutele adeguate e di diritti e con condizioni di illegalità.

Per questo la proposta della Cgil fa leva su tre punti principali: affermare una tutela reale dei trattamenti di questi lavoratori, messi in discussione da più provvedimenti legislativi negli ultimi due anni; contrastare le pratiche di concorrenza sleale tra le imprese, incentrata sulla riduzione dei costi e non su capacità imprenditoriali e qualità del lavoro; consolidare ed estendere la clausola sociale per il mantenimento del posto di lavoro in caso di cambio di appalto.




Classificazione:
[Appalti di servizi] 


«giugno 2018»
»lumamegivesado
>28293031123
>45678910
>11121314151617
>18192021222324
>2526272829301
>2345678
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy