Clima: Coalizione italiana Parigi 2015, il 20 e il 28 giugno prime iniziative di mobilitazione

19/06/2015 La 'Coalizione italiana Parigi 2015: mobilitiamoci per il clima' di cui la Cgil fa parte aderisce a due iniziative di mobilitazione: il 20 giugno 'STOP SEA DRILLING, giornata di azione per fermare l'estrazione petrolifera nel mar Adriatico e il 28 giugno alla MARCIA: UNA TERRA. UNA FAMIGLIA UMANA a Roma per richiamare con forza i governi di tutti i paesi a prendere provvedimenti concreti sui cambiamenti climatici e ringraziare Papa Francesco per il Suo interesse sulle questioni legate all'ambiente.

Sharan Burrow, Segretaria Generale ITUC, commentando l'enciclica papale “Laudato Sii” ha detto: "le parole di Papa Francesco sottolineano il fatto che se non si interviene sul clima, i nostri obiettivi  di progresso sociale e di un lavoro dignitoso per tutti rimarranno un sogno. I diritti umani e la giustizia sociale sono minacciati dal drammatico degrado del nostro ambiente, e il suo messaggio forte rafforza la necessità di una transizione giusta verso un futuro a basso tenore di carbonio,  sostenibile per l'ambiente. Condividiamo l''imperativo di trasformare il nostro sistema economico in modo da evitare l'inquinamento e far si che i lavoratori e le loro famiglie possano accedere a posti di lavoro dignitosi e ai mezzi di sussistenza. Papa Francesco sottolinea ciò che il movimento operaio sa per esperienza: 'che, in assenza di pressioni da parte dei cittadini, le autorità politiche saranno sempre riluttanti ad intervenire. E' giunto il momento per i gruppi ambientalisti, i movimenti sociali, i sindacati e le comunità di fede di riunirsi nella lotta contro i cambiamenti climatici, ognuno con i suoi valori e le potenzialità, ma con un impegno comune a sostegno di una trasformazione profonda e giusta delle nostre economie e della società per il bene di tutte le persone e del pianeta in cui viviamo ".

La CGIL, proprio con questo spirito di lotta comune per la giustizia climatica, ambientale e sociale è fra le oltre 50 organizzazioni e associazioni che hanno costituito la Coalizione italiana Parigi 2015: mobilitiamoci per il clima. Nella coalizione, le organizzazioni promotrici, con storie, culture, obiettivi, ragioni sociali e motivazioni diverse, si sono impegnate a declinare, nei propri ambiti di attività e nelle proprie iniziative, le azioni coerenti necessarie per contrastare i cambiamenti climatici e a dar vita ad una Coalizione aperta, che si ripromette di continuare ad allargarsi nei prossimi mesi, con l’obiettivo di costruire iniziative e mobilitazioni comuni per raggiungere la massima sensibilizzazione possibile sulla lotta ai cambiamenti climatici e sull'appuntamento di Parigi, per arrivare con una grande partecipazione alle mobilitazioni internazionali del 28 novembre e poi a dicembre a Parigi.

Le prime iniziative a cui la Coalizione ha dato la propria adesione sono già previste per il:

- 20 giugno STOP SEA DRILLING, giornata di azione sulle coste adriatiche, per fermare l'estrazione petrolifera nel mar Adriatico e promuovere un'economia fossil free per un futuro pulito, efficiente e rinnovabile; Clicca qui

- 28 giugno MARCIA: UNA TERRA. UNA FAMIGLIA UMANA a Roma, da Piazza Farnese a Piazza San Pietro. La marcia a cui parteciperanno “cattolici, comunità cristiane e di altre fedi, ambientalisti e persone di buona volontà” si propone di richiamare con forza i governi di tutti i paesi a  prendere provvedimenti concreti sui cambiamenti climatici e di ringraziare Papa Francesco per il Suo interesse sulle questioni legate all'ambiente, per la Sua Enciclica “Laudato Sii”, e per i suoi continui richiami alla necessità di  “[...] custodire la Terra...”. Clicca qui


Classificazione:
[Ambiente e territorio]  [Europa]  [Cambiamento climatico]  [Politiche europee]  [Politiche globali] 


«novembre 2017»
»lumamegivesado
>303112345
>6789101112
>13141516171819
>20212223242526
>27282930123
>45678910
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy