Giornalisti: Cgil, informazione libera fondamentale per lotta a mafie, garantirla con leggi e contratti

05/08/2015

 "È allarmante il numero di giornalisti minacciati dalla criminalità organizzata. L'informazione libera è uno strumento fondamentale nella lotta alle mafie, occorre tutelare chi la garantisce". Queste le parole del segretario confederale della Cgil Gianna Fracassi dopo la presentazione della relazione del Comitato "Mafia, giornalisti e mondo dell’informazione” della Commissione Antimafia.

"Quello che emerge - continua Fracassi - è un quadro preoccupante e drammatico: i cinquecento giornalisti che nel corso del 2014 hanno subito minacce o intimidazioni rappresentano di per sé una cifra altissima, che dovrebbe destare allarme". Per la dirigente sindacale "la condizione di precarietà e di insicurezza economica di tanti giovani giornalisti determina poi una situazione di estrema debolezza, un'ulteriore violenza a danno di chi, per pochi euro ad articolo, rende un servizio essenziale al Paese".

"L'informazione libera è uno strumento importante nella lotta alle mafie, e proprio per questa ragione - conclude Fracassi - crediamo che questo documento non debba rimanere un grido di allarme inascoltato: è necessario costruire con urgenza quegli strumenti legislativi e contrattuali più idonei a tutelare chi con coraggio e determinazione non ha rinunciato a garantirla".


Classificazione:
[Legalità e sicurezza] 


«marzo 2017»
»lumamegivesado
>272812345
>6789101112
>13141516171819
>20212223242526
>272829303112
>3456789
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy