Disabilita': Cgil, no alla chiamata nominativa generalizzata

11/11/2015 » FOTO

"Protestiamo contro la norma del Jobs Act che concede 'carta bianca' ai datori di lavoro e che permette loro di scegliere a proprio insindacabile giudizio la persona con disabilità da assumere". Così Nina Daita, responsabile delle politiche per la disabilità Cgil, a margine del presidio organizzato in Piazza Montecitorio dall'associazione 'Tutti nessuno escluso' per protestare contro "una norma che permette la legalizzazione di una specie di caporalato per l'assunzione dei lavoratori con disabilità".

"Questa norma del Jobs Act - aggiunge Daita - permette ai datori di lavoro di scegliersi il disabile su misura, attivando un meccanismo ingiusto, discriminatorio e poco trasparente, che costringe le persone con disabilità a cercare di ottenere un lavoro come un favore e non come un diritto".


Classificazione:
[Disabilità]  [La disabilità nei contratti di lavoro] 


«ottobre 2017»
»lumamegivesado
>2526272829301
>2345678
>9101112131415
>16171819202122
>23242526272829
>303112345
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy