Primo Piano

Le ragioni della scelta del Comitato direttivo Cgil all'Expo

01/10/2015 Di seguito la lettera inviata dalla Segreteria Nazionale della Cgil a Maurizio Landini, Segretario Generale FIOM CGIL, e per conoscenza ai Componenti del Comitato Direttivo CGIL, alla Segreteria FIOM CGIL, a Nicola Nicolosi, Gianni Rinaldini e Adriano Sgrò

Caro Maurizio,
ci riesce davvero difficile cogliere il senso della tua lettera a proposito della convocazione del Comitato Direttivo Nazionale della CGIL presso il sito di EXPO, il prossimo 5 ottobre a Milano.

Perché abbiamo scelto quella sede?
Perché lì lavorano migliaia di persone e i delegati da loro eletti ci hanno chiesto di essere con loro, di aiutarli a dare visibilità al loro lavoro, al loro impegno sindacale ed ai risultati contrattuali raggiunti.

Perché il Sindacato si è con forza battuto e si batte per la trasparenza, la legalità degli appalti e per la sicurezza di chi lavora; perché anche su questo abbiamo ottenuto dei risultati importanti che vogliamo valorizzare.

Perché la CGIL è impegnata a far sentire la propria voce e ad usare la propria forza rappresentativa affinché il dopo EXPO sia caratterizzato da maggiore occupazione e da un uso socialmente corretto e trasparente dell'attuale area espositiva.

Perché in qualunque luogo che frequentiamo come Sindacato spesso dobbiamo fare i conti con condizioni di lavoro non adeguate o con un contesto di scarsa trasparenza ed anche, a volte, di malaffare ed il nostro compito è esserci per tutelare coloro che lavorano e con loro lottare per cambiare le cose.

Una nota a margine: la visita guidata sarà curata dai nostri volontari dell'Auser.

Cari saluti.
La Segreteria della CGIL Nazionale

















Archivio
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy