Sciopero Generale CGIL, un milione di lavoratori in piazza "oggi grande pagina per il futuro del Paese"

12/03/2010 Epifani, ora servono risposte, dopo il 12 marzo non ci fermeremo - Lo sciopero generale nei Territori
» VIDEO: 'le ragioni dello Sciopero'
» Le FOTO dalle Piazze (1-2-3- il corteo di Roma) - AUDIO: intervento Epifani a Padova
» Le adesioni

Il Governo nega la crisi e promette che nessuno “verrà lasciato indietro”. Intanto cresce la disoccupazione, si licenziano i precari della scuola e della pubblica amministrazione, si moltiplicano le vertenze sull'occupazione e le risposte continuano a non essere date.

La prima richiesta
della CGIL al Governo, a Confindustria e a tutte le imprese è fermare i licenziamenti. E' necessario garantire la prosecuzione della CIG in deroga, raddoppiare la durata dell'indennità di disoccupazione e aumentare i massimali CIG, sostenere il reddito e prevedere gli ammortizzatori sociali per i precari.

E' necessario affrontare le vertenze impedire la chiusura delle aziende, definire strumenti di politica industriale, avviare subito un piano per la ricerca e un piano per il Mezzogiorno. Una risposta immediata della CGIL è una prima restituzione di 500 euro per il 2010 di quanto già lavoratori e pensionati hanno pagato in più.

E' necessario
ridurre le tasse per lavoratori e pensionati, attraverso la lotta all'evasione e all'elusione fiscale, la tassazione come in Europa delle rendite finanziare, dei grandi patrimoni e delle stock option, attraverso l'abbassamento della prima aliquota al 20 %.

E' necessario
costruire un futuro per il Paese attraverso politiche di accoglienza e lotta alle nuove schiavitù. Fondamentale è la regolarizzazione dei migranti che lavorano, la sospensione della Bossi-Fini per i migranti in cerca di rioccupazione, abolire il reato di clandestinità, riconoscendo la cittadinanza alla nascita nel nostro Paese, estendere l'art. 18 del Testo Unico sull'immigrazione equiparando il reato di caporalato a quello di tratta sugli esseri umani


Modalità dello Sciopero    
Lo sciopero generale è stato proclamato per una durata di 4 ore. Per specifiche categorie, come pulitori, bancari o la funzione pubblica, o sulla base di decisioni territoriali, la durata potrà andare oltre le 4 ore. Per ogni informazione al riguardo è possibile rivolgersi alle Camere del Lavoro o ai delegati della CGIL nei vari luoghi di lavoro.

 





«luglio 2016»
»lumamegivesado
>27282930123
>45678910
>11121314151617
>18192021222324
>25262728293031
>1234567
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy