Manovra: FP CGIL, un ulteriore attacco alle Pubbliche Amministrazioni

27/05/2010

Per contrastare la manovra finanziaria presentata dal Governo, il mondo del lavoro pubblico, scenderà in piazza il 12 giugno per una manifestazione nazionale a Roma. 'Solo sulle nostre spalle', questo lo slogan della mobilitazione, a sottolineare l'iniquità di una manovra in cui si continua a penalizzare i redditi da lavoro e da pensione, senza intervenire sulle rendite finanziarie e sui grandi patrimoni.

“Si approfitta della manovra per portare un ulteriore attacco alle Pubbliche amministrazioni, anche attraverso un attacco alle condizioni di lavoro dei dipendenti pubblici”. Ha commentato Rossana Dettori, Segretaria Generale FP CGIL, “le amministrazioni pubbliche - ha spiegato - sono colpite, ferocemente, proprio nella loro capacità/possibilità di erogazione di servizi alla persona, ai cittadini, in special modo quelli socialmente più esposti”. “I lavoratori - aggiunge Rossana Dettori - saranno letteralmente derubati, negli stipendi che non potranno tutelarli dalla ripresa dell'inflazione, nella speranza di miglioramento delle proprie condizioni di lavoro, spogliati finanche della possibilità di vedersi rinnovato un contratto di lavoro precario”.

I punti critici per i lavoratori del pubblico impiego sono rappresentati oltre che dal blocco dei contratti pubblici fino al 2013, dal blocco del turn over fino al 2015, dal licenziamento del 50% del personale a tempo determinato e dal rinvio dei pensionamenti di oltre sei mesi.

Scheda: riflessi sul Pubblico Impiego della manovra economica




«settembre 2017»
»lumamegivesado
>28293031123
>45678910
>11121314151617
>18192021222324
>2526272829301
>2345678
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy