La rete degli archivi storici

17/01/2012

Sono oltre 50 gli Archivi Storici, le Biblioteche e Centri di documentazione che compongono il vasto patrimonio documentale della CGIL. Una rete che si è consolidata negli anni, distribuita su tutto il territorio nazionale, dal nord al sud Italia, che attraverso le attività di recupero, catalogazione, conservazione, intende facilitare la conoscenza della storia sindacale della più grande organizzazione dei lavoratori italiana.

Attraverso la raccolta di documenti, libri, materiali fotografici, audiovisivi e iconografici la Rete degli Archivi storici della CGIL ci ricorda ogni giorno lo stretto legame tra “memoria storia e identità” e la complessità dei “fatti storici” ai quali hanno partecipato il movimento operaio ed il sindacato in Italia nel lungo cammino dei diritti individuali e collettivi, della convivenza tra comunità diverse di popoli e dello sviluppo dei legami tra movimento operaio e donne per l'affermazione della parità e del progresso sociale, civile e culturale.

Gli Archivi storici della CGIL rappresentano un bene storico senza paragoni, come testimoniato dalla dichiarazione di 'notevole interesse storico' da parte delle Soprintendenze archivistiche di molti di essi. 


Archivi Storici Nazionali


L'Archivio Storico della CGIL Nazionale, costituitosi negli anni immediatamente successivi alla ricostituzione della CGIL unitaria, nel 1980 riceve dalla Sovrintendenza archivistica per il Lazio, la 'dichiarazione di notevole interesse storico'. L'Archivio raccoglie materiali che coprono un arco cronologico dal 1944 ad oggi la cui consistenza ammonta a circa 9mila buste per 950 metri lineari. Completamente riordinato, schedato e reso fruibile agli studiosi fino al 1986, l’Archivio ospita al proprio interno una importante sezione iconografica (Via dei Frentani 4c, Roma, Tel. 064453382 - Ulteriori informazioni)

L'Archivio Storico della FILCAMS CGIL
, costituito da circa 1.200 buste, raccoglie un'interessante documentazione compresa tra il 1928 e il 2008. L'archivio contiene numerosi atti e documenti relativi alla storia della Federazione dei lavoratori del commercio, ma anche delle altre strutture ad essa collegate. L'Archivio è in deposito presso la SEDIIN di Nepi (VT) ed è consultabile su appuntamento. (S.S. Cassia Km 36,300, Settevene, Nepi, VT, Tel.0761.527762 )

L'archivio Storico della FILCEM CGIL viene costituito nella seconda metà degli anni Ottanta con il patrimonio documentario della Federazione italiana lavoratori chimici e affini (FILCEA) da cui nasce la FILCEM ora diventata FILCTEM CGIL. L'archivio contiene due interessanti fondi quello della Federazione italiana chimici e affini  e quello della Federazione unitaria lavoratori chimici FULC. L'attuale sede è a Firenze. (Ulteriori informazioni)

A seguito della dichiarazione di 'notevole interesse storico' (1995), le carte dell'Archivio Storico della FIOM CGIL, sono state trasferite, nella sede nazionale del sindacato in corso Trieste a Roma, nel novembre 1997 al fine di condurre a termine il lavori di riordino e sistemazione. L'archivio storico della FIOM Nazionale conserva i fondi della FIOM, della Federazione lavoratori metalmeccanici (FLM), dell'azienda metalmeccanica romana Voxson e quello dei cantieri navali Franco Tosi, carte delle commissioni interne dell'azienda e della FIOM di Taranto. (Corso Trieste, 36, Roma, Tel. 06.852621 - Ulteriori informazioni)

LogoA Donatella Turtura, dirigente sindacale che nel 1988 costituì la Federazione dei lavoratori dell'Agroindustria, è dedicato l'Archivio Storico della FLAI CGIL, uno degli archivi più importanti nel panorama dei sindacati italiani di categoria. Di recente l’Archivio Storico ha aderito ad 'Archivi del Novecento' un progetto promosso nel 1991 dal Consorzio Baicr-Sistema Cultura con l’intento di costituire una rete di archivi atta a valorizzare le fonti e la storia italiana del secolo scorso. L'Archivio conserva contratti collettivi di lavoro della categoria per un totale di circa 1.500 pezzi; manifesti, circa 600 pezzi, comprendenti anche volantini ed altri documenti di analoga tipologia; fotografie, circa 5.000 pezzi; materiali audiovisivi registrazioni sonore principalmente di riunioni di organismi nazionali; un modesto numero di videocassette ed un film sulla vertenza Maccarese disponibile in dvd; materiale iconografico (bandiere, coccarde, bollini, distintivi, opuscoli, cartoline) di produzione non solo sindacale. (Via Leopoldo Serra 31, Roma, Tel. 0658561335 - Ulteriori informazioni)

  L'Archivio Storico Nazionale FLC CGIL, con sede a Reggio Emilia, raccoglie, in un sistema ordinato di facile consultazione, tutta la storia della CGIL Scuola e Logodello Snur CGIL. L'archivio, consultabile ed accessibile per studiosi, ricercatori, studenti, è una finestra aperta sulla storia della CGIL nella scuola, nell'università e nella ricerca, una finestra che ci aiuta a ricordare l'impegno di chi si è messo in gioco per far crescere la democrazia sindacale anche nel mondo della conoscenza e della formazione. L'archivio è stato dichiarato nel dicembre 2003 di 'notevole interesse storico' dalla Soprintendenza archivistica dell'Emilia Romagna. (Via Roma 53, Reggio Emilia, Tel. 0522457228 - Ulteriori informazioni)

  LogoLo SPI CGIL di recente ha costituito un Archivio Storico Nazionale. Consapevole dell’importanza di non disperdere la propria memoria ed esperienza, il Sindacato dei Pensionati della CGIL, ha avviato un ambizioso progetto di recupero e schedatura informatica di documenti cartacei e audiovisivi tali da dar conto della sua attività e del suo percorso storico e organizzativo. Tutta la documentazione è organizzata e catalogata nei fondi: Archivio, Biblioteca, Fototeca, Audioteca, Videoteca ed è conservata a Roma presso la sede nazionale. (Via dei Frentani 4/a, Roma, Tel. 06444811- Ulteriori informazioni)


L'Archivio storico nazionale dei movimenti contadini italiani, con sede a Gattadico (Reggio Emilia), raccoglie e organizza i materiali documentari affidati all’Istituto Cervi in donazione o in deposito da organizzazioni politiche, sindacali e da privati. I fondi, dichiarati dalla Soprintendenza archivistica per il Lazio di notevole interesse storico parte nel 1984 e parte nel 1998, comprendono: Federazione nazionale mezzadri e coloni - CGIL (1944-1977, bb. 400); Associazione nazionale assegnatari (1954-1958, fascc. 44 in bb. 4), documenti raccolti e organizzati da Armando Monasterio, segretario del Comitato fra il 1954 e il 1958; Alleanza nazionale dei contadini (1955-1977, bb.155), documentazione eterogenea, recuperata in diverse sedi, relativa soprattutto agli anni ’70; Confederterra - CGIL e Federbraccianti - CGIL (1947-1963, b. 1), circa 70 documenti per la maggior parte in fotocopia; Costituente contadina (1974-1977, bb. 2), materiali prodotti dalle federazioni che diedero vita alla CIA e durante il relativo Congresso di fondazione. (Via Fratelli Cervi 9, Gattatico, Reggio Emilia, 0522678356 - Visita l'Archivio).

La Biblioteca Cesare Pozzo, nata a Milano nel 1977, raccoglie, oltre all'archivio storico della Società di Mutuo Soccorso fra Macchinisti e Fuochisti dell'Alta Italia, circa 25mila volumi, oltre 90 testate di periodici, più di 300 tesi di laurea e l'archivio del Sindacato Ferrovieri Italiani (SFI) dal 1949 al 1980. (Via San Gregorio 48, Milano, tel. 02.66726387 - Presentazione della Biblioteca).

Archivi Storici Territoriali

Piemonte

  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Istituto storico della Resistenza e della Società Contemporanea nel novarese e nel verbano Cusio Ossola “Piero Fornara” Corso Cavour,15
28100 Novara (NO)
Tel: 0321392743
Fax: 0321399021
Mail: fornara@fausernet.novara.it

Il patrimonio archivistico dell’Istituto comprende i fondi storici legati alla Resistenza e alla società contemporanea, relativi a persone, enti, associazioni, movimenti, imprese; quelli prodotti dall’attività dell’Istituto stesso e gli archivi versati o depositati da istituzioni, associazioni e privati. Nel 2005 è terminato il riordino dell’importante archivio della Camera del Lavoro di Novara.
L’archivio è aperto al pubblico dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00; il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Logo Centro di Documentazione sindacale e biblioteca della Camera del Lavoro di Biella Via Marmora,4
13900 Biella (BI)
Tel: 0153599257/8
Fax: 01522433
Mail: centrodoc@cgilbi.it

Ulteriori informazioni

Nei locali della Camera del Lavoro di Biella, all’ultimo piano dello stabile, si trova un patrimonio distribuito su 800 metri lineari di scaffali, che consta di circa 35.000 volumi, 4.000 faldoni di carte, 20.000 fotografie, 3.000 manifesti, 90 bandiere, 500 audiocassette, 70 filmati e video, 900 titoli di periodici. Il centro di Documentazione è accessibile al pubblico dal Lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.
Logo Fondazione Istituto Piemontese Antonio Gramsci Via Vanchiglia,3
10124 Torino (TO)
Tel: 0118395402
Fax: 0118395403
Mail: biblioteca@gramscitorino.it archivio@gramscitorino.it

Ulteriori informazioni

Gli archivi delle organizzazioni, depositati presso la Fondazione sulla base di convenzioni, riguardano grosso modo sei filoni: sindacale, politico, movimento cooperativo e mutualistico, altre organizzazioni, imprese, archivi di dirigenti e militanti.
Il primo filone sindacale, comprende gli archivi della CGIL Piemonte, della Camera del lavoro di Torino, dei sindacati di categoria, di alcune strutture e di singoli funzionari. Nel loro complesso si tratta di 34 fondi per complessivi 550 metri lineari; il periodo ricoperto va dal 1917 al 1997, con una netta prevalenza documentaria posteriore al 1945. Per una descrizione più puntuale di questi archivi si rimanda alla guida "Tra le carte della Camera del lavoro di Torino", pubblicata nel 1992. I fondi documentano ampiamente l’attività di contrattazione del rapporto di lavoro, funzione specifica di un sindacato dei lavoratori, seguita poi da quella nei riguardi della politica economica e sociale soprattutto per l’ultimo trentennio; scarsa invece è la documentazione sulle attività degli organismi dirigenti, quindi sull’attività di decisione, ad eccezione della parte che riguarda i congressi. Il fondo più consistente è quello della FIOM CGIL (Federazione impiegati operai metalmeccanici, 106 metri lineari per il periodo 1945-1986), il sindacato di categoria più rilevante nell’area torinese per la presenza della Fiat e del suo indotto. Si citano altri archivi sindacali di buona consistenza: FILT CGIL (Federazione italiana lavoratori dei trasporti, ml. 46 contenente materiali per il periodo 1945-1989), FP CGIL (Funzione pubblica, costituito da più fondi, complessivamente ml. 35 per il periodo 1945-1990), Sindacato nazionale scuola CGIL (ml. 42 contenente materiali per il periodo 1948-1988), FILCEA CGIL (sindacato dei chimici, ml. 33 contenente materiali per gli anni 1927-1990).

Logo Archivio Comune di Saluzzo Piazza Castello, 2
Saluzzo (CN)
Tel: 0175211467 Mail: archivio@comune.saluzzo.cn.it

Ulteriori informazioni
L’Archivio storico del Comune di Saluzzo, situato al secondo piano dell’edificio storico detto “La Castiglia”, si divide in due sezioni: la prima, quella più antica, comprende documentazione dal 1299 (data del documento più antico conservato in Comune) al 1882 circa (935 mazzi), la seconda da questa data al 1953 (1683 mazzi).
E’ depositato in Comune l’Archivio della Camera del Lavoro di Saluzzo, completamente riordinato, che contiene documentazione importante per lo studio delle condizioni economiche e sociali del Saluzzese, soprattutto per il periodo fascista.


Lombardia


  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Archivio storico CGIL Varese - Busto Arsizio Via Robbioni,14
21100 Varese (VA)
Tel: 0332288280 Mail: archiviostoricovarese@cgil.lombardia.it

Ulteriori informazioni
L'Archivio, curato da Sandra Barresi che ne è la responsabile, ospita una bibliografia sulla storia delle Federazioni di categoria. Molto ricca anche la parte grafica costituita da un 'Archivio storico dei manifesti' divisi per argomenti (Le aziende in crisi, le categorie nella storia; 8 marzo – 1° maggio – ricordi; iniziative dell'Archivio storico) ed un 'Archivio storico Fotografico' che conserva circa 5.000 stampe fotografiche di vario formato, relative al movimento operaio e sindacale dal 1945 ad oggi. Per la maggior parte si tratta di  fotografie relative alla storia lombarda, con particolare attenzione alla zona del Varesotto. E' possibile visitare l'archivio, nella sede che ospita inoltre, l'Università Popolare di Varese e l'Istituto Storico della Resistenza "L. Ambrosoli": il venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 17.30 - previo appuntamento.
Logo Biblioteca "Di Vittorio" - Centro di documentazione sindacale Via Garibaldi,3
24124 Bergamo (BG)
Tel: 0353594350
Fax: 0353594459
Mail: bibliobg@cgil.lombardia.it

Ulteriori informazioni

Si tratta di un centro di documentazione sindacale della CGIL di Bergamo che comprende la Biblioteca e l'archivio storico dell'organizzazione. La biblioteca vuole essere un punto di riferimento per promuovere ricerche sulla storia del sindacato e dei lavoratori, e sul loro ruolo nell'evoluzione economica, sociale e culturale del territorio bergamasco, diffonderne i risultati. A tale proposito è possibile svolgere stages formativi universitari presso la struttura della Biblioteca. Fino al 2009 la Biblioteca è stata inserita nel Sistema del Comune di Bergamo, mentre nel 2010 è diventata una biblioteca autonoma del Polo Lombardo del Sistema bibliotecario nazionale. La Biblioteca ha in catalogo, tra gli altri, i volumi Ediesse, casa editrice della CGIL nazionale.
E' possibile visitare la sede su appuntamento, contattando la responsabile Eugenia Valtulina - il martedì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 17; il lunedì, il mercoledì e il giovedì dalle 14 alle 17; il venerdì dalle 9,30 alle 12,30. La consultazione degli archivi e della biblioteca è gratuita. La Biblioteca è anche su Facebook.
Logo Archivio del Lavoro CGIL Milano Via Breda, 56
20099 Sesto San Giovanni (MI)
Tel: 0222478868
Fax: 0222478873
Mail: archivio@archiviolavoro.it

Ulteriori informazioni

L'Archivio del Lavoro custodisce 1.500 metri lineari di archivi della CGIL di Milano, oltre 13.000 volumi, migliaia di opuscoli, rari contratti di lavoro, più di 300.000 fotografie, centinaia di registrazioni di voci operaie, manifesti, tessere e bandiere.
Oggi l'Archivio del Lavoro si propone come istituzione aperta, autonoma e capace di collegarsi con enti pubblici e privati per costituire quel 'fronte' di studi che ha come fine l'indagine economica e storica del movimento dei lavoratori e dell'impresa. L'apertura al pubblico è prevista il mercoledì ore 9.30-13/14-17.30 e il giovedì dalle ore 14 alle 17.30. Inoltre dal lunedì al venerdì sono possibili visite su appuntamento:  direzione@archiviolavoro.it
Logo Archivio storico CGIL di Cremona Via Mantova,25
26100 Cremona (CR)
Tel: 0372448661
Fax: 0372448676
Mail: terez.marosi@cgil.cremona.it

Ulteriori informazioni

L’Archivio nasce nel 1983, quando la Sovrintendenza dei Beni Archivistici della Lombardia gli concede il riconoscimento di “archivio di notevole interesse storico”. L’Archivio Storico CGIL Cremona conserva anche fondi non provenienti da strutture sindacali. Una scelta, quest'ultima, che indica l'intenzione di costruire un archivio aperto, testimonianza del mondo del lavoro e dei movimenti dei lavoratori. Oltre alle varie raccolte (contratti collettivi nazionali, manifesti ecc.) molto importante è l’esistenza di un ricco archivio fotografico che contiene circa 20.000 immagini. Tutto il materiale depositato è consultabile, fatta eccezione per la parte riservata a norma di legge. L'archivista è Teréz Marosi e l'archivio è consultabile: il mercoledì e il venerdì, ore 8.30-12.30/14-18, il giovedì dalle ore 8.30 alle 12.30
Logo Istituto Mantovano di Storia Contemporanea (IMSC) Corso Garibaldi, 88
46100 Mantova (MN)
Tel: 0376352713 0376352713
Fax: 0376352712
Mail: ist.storia@domino.comune.mantova.it fegualtieri@tiscali.it

Ulteriori informazioni
La parte archivistica dell’IMSC è formata da circa 4100 buste di documenti cartacei, da migliaia di fotografie (negativi, diapositive, stampe), da più di milleduecento nastri magnetici in grande maggioranza contenenti documenti audio, da quasi sessanta CD includenti copie di centinaia di nastri audio non appartenenti all’IMSC. I materiali riguardano prevalentemente il Mantovano e la seconda metà del 1900, ma non mancano testimonianze su altre province e documenti risalenti fino al XVI secolo. Si dà una descrizione sommaria dei singoli fondi, aggiornata all’estate 2010: Enti, partiti, sindacati, società ed associazioni in genere; Archivi familiari e personali; Miscellanee riguardanti istituzioni, persone e località; Sezione iconica; Sezione di materiali sonori e su supporto magnetico od informatico.
Il fondo FIOM di Mantova (buste 96 [1955 - 1995]) fu depositato nel 2001 dalla medesima organizzazione, della quale documenta l’attività interna e nelle fabbriche dalla fine degli anni 1950 agli anni 1990. L’archivio è inventariato e consultabile. L’inventario venne pubblicato nel 2001 col titolo Fiom di Mantova. Inventario dell’Archivio.
Il Fondo Confederazione generale italiana del lavoro (buste 1244 [1920 - 2002]), fu depositato dall’organizzazione nel 2004. Comprende materiali riguardanti l’attività istituzionale, molti dei più vecchi in copia. Non comprende i materiali della FIOM, che erano stati depositati in precedenza. L’archivio cominciò ad essere riordinato negli anni 1990, ma l’operazione rimase interrotta; fu poi ripresa dopo l’ingresso in Istituto e terminata con l’inventariazione. L’archivio è consultabile. L’inventario venne stampato nel 2006 col titolo Confederazione generale italiana del lavoro della provincia di Mantova. Inventario dell’archivio.


Veneto


  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Centro Studi Ettore Luccini Via Beato Pellegrino, 16
35137 Padova (PD)
Tel: 0498755698
Fax: 049663561
Mail: info@centrostudiluccini.it

Ulteriori informazioni

Gli archivi del Centro Studi Ettore Luccini constano di un complesso di materiali documentari, suddivisi in quattro sezioni: a) l’archivio cartaceo, comprendente 109 fondi tra cui quelli della Federazione padovana PCI, della Federazione regionale PCI Veneto, della CGIL-CdL di Padova, della CGIL Regionale Veneta, di alcune Categorie CGIL Veneto, delle ACLI padovane, di spezzoni di altre Camere del Lavoro venete, di carte singoli dirigenti e militanti di tali organizzazioni, nonché di parti significative degli archivi di tre imprese "storiche", due padovana e l’altra veneziana; b) l’archivio fotografico, riguardante prevalentemente manifestazioni, congressi, e iniziative pubbliche politico sindacali; c) l’archivio dei manifesti, attinente a manifesti politici e sindacali i più diversi dagli anni Cinquanta ad oggi; d) l’archivio audiovisivo (audiocassette, videocassette e filmati in CD-ROM e DVD), contenenti tra l’altro interviste a protagonisti del movimento popolare ed operaio veneto, ecc. Orari di apertura: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle 12.30. Il giovedì, solo per consultazione, 9.30 - 12.30 e 15.30 - 18.30.

Logo ARCHISPI/CGIL provinciale Treviso Via Dandolo, 2/4
31100 Treviso (TV)
Tel: 0422409250 Mail: archispi@cgiltreviso.it

Ulteriori informazioni

Nato nel gennaio del 2005, ArchiSPI è un archivio telematico (consultabile on line) di documenti fotografici. Il progetto ha due obiettivi principali: documentare per immagini l’attività della Camera del Lavoro di Treviso e conservare il patrimonio di ricordi legati alla sua storia, a quella del territorio trevigiano e del mondo del lavoro. Raccoglie foto storiche riguardanti persone, luoghi e situazioni a testimonianza delle attività, eventi storici e manifestazioni che hanno caratterizzato l’azione sindacale della CGIL e delle sue categorie nella Provincia di Treviso.

Logo ISTRESCO Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della Marca trevigiana Via Sant'Ambrogio di Fiera, 60
31100 Treviso (TV)
Tel: 0422410928 Mail: storia@istresco.org

Ulteriori informazioni

L’ISTRESCO nasce nel 1992 grazie all’incontro tra i partigiani trevigiani ed un gruppo di storici. Suo obiettivo è lo studio della resistenza e dell’antifascismo all’interno della più ampia storia dell’Italia contemporanea, con particolare attenzione alla realtà locale. A partire da questi presupposti ha cominciato ad indagare anche gli ultimi decenni di storia repubblicana. La collaborazione con la CGIL di Treviso ha consentito il recupero e la successiva inventariazione degli archivi delle Camere del lavoro territoriali della Sinistra Piave (sedi di Conegliano e di Vittorio Veneto) e di Treviso.
La documentazione è stata organizzata in 3 Fondi archivistici: CdlT Sinistra Piave (comprendente la documentazione della sede di Conegliano); CdlT Sinistra Piave – sede di Vittorio Veneto; CdlT Treviso.
L’inventario completo dell’archivio è disponibile in formato PDF.
L’Istituto è aperto nel seguente orario: lunedì 13.00 - 18.50, mercoledì 9.00 - 12.00,  venerdì 9.00 - 12.00, sabato 10.00 - 16.00.

Logo IVRES Associazione veronese di documentazione, studio e ricerca. Biblioteca e archivio storico Via L. Settembrini, 6
37100 Verona (VR)
Tel: 0458674665 Mail: info@ivres.it

Ulteriori informazioni

L’Ivres è un’associazione di promozione sociale che si occupa di ricerca e di conservazione della memoria in ambito di  storia del mondo del lavoro. Promuove ricerche e studi attraverso convegni, pubblicazioni e documentari. Possiede una biblioteca socio-economica con più di 4.500 volumi, consultabile e aperta al prestito. Conserva l’archivio sindacale CGIL e altri fondi privati relativi alla storia del lavoro veronese. L’Archivio dell’Ivres è stato dichiarato di interesse storico particolarmente importante da parte del Ministero per i Beni e le attività culturali ai sensi dell’art. 10, comma 3, lettera b) del D.lgs. 42/04, Codice dei beni culturali e del paesaggio.

Logo IVESER Istituto veneziano per la Storia della Resistenza e della società contemporanea  Calle Michelangelo, 54/P
30133 Giudecca (VE)
Tel: 0415287735 Mail: info@iveser.it

Ulteriori informazioni

La consistenza totale dell’Archivio è di circa 800 buste, articolate, fra l’altro, nei fondi documentari Fondo Camera del Lavoro metropolitana di Venezia e Fondo Federazione italiana dei lavoratori chimici e affini di Venezia. L’Istituto è aperto a tutti coloro che ne facciano esplicita richiesta sottoscrivendo la domanda di consultazione, presa visione del Regolamento.
Per la consultazione dei materiali gli orari sono i seguenti: lunedì e mercoledì 10.00 - 13.00 e 14.30 - 17.00; martedì e giovedì 10.00 - 1 4.00, venerdì 10.00 - 13.00.


Friuli



Denominazione Indirizzo   Web
Logo Istituto Livio Saranz di Studi, ricerca e documentazione sul movimento sindacale di Trieste e Friuli-Venezia Giulia  Via Pauliana,8
34134 Trieste (TS)
Tel: 040415141
Fax: 040421080
Mail: info@liviosaranz.it

Ulteriori informazioni

L’Istituto Livio Saranz dispone di un patrimonio archivistico di rilevante valore, in particolare per lo studio della storia del lavoro e delle organizzazioni sindacali nel Friuli Venezia Giulia. Gli oltre 400 metri lineari di documentazione, a tutt’oggi in fase di incremento, censimento e inventariazione, nel 1999 sono stati dichiarati di notevole interesse storico dalla Soprintendenza archivistica per il Friuli Venezia Giulia. L’Archivio conserva prevalentemente materiali provenienti dagli archivi istituzionali di organizzazioni sindacali. Conserva inoltre materiali di produzione sindacale concernenti le organizzazioni operaie di fabbriche e aziende. Si segnala, inoltre, la presenza di diversi fondi privati di dirigenti, funzionari e militanti sindacali e politici triestini e friulani. Dal luglio 2007, l’Archivio è intitolato al sindacalista e senatore di origini istriane Paolo Sema, alla cui opera di raccolta e conservazione si deve la costituzione del primo nucleo di documentazione.
L'orario di apertura è dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00.

Liguria


  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Archivio della Camera del Lavoro CGIL di Genova c/o il Centro Ligure di Storia Sociale Pazza Matteotti, 5 Palazzo Ducale - Porticato del Cortile Maggiore
16123 Genova (GE)
Tel: 0105761749
Fax: 0105764446
Mail: centroligure@centroliguredistoriasociale.it

Ulteriori informazioni

Il Centro Ligure di Storia Sociale conserva (anche in funzione di una convenzione con la Camera del Lavoro di Genova) l'intero Archivio sindacale della CGIL dai primi anni del secondo dopoguerra ad oggi (sono più di 15.000 pagine manoscritte e di 200 carteggi), dichiarato con comunicazione della Sovrintendenza Archivistica per la Liguria dell'11 marzo 1983, di notevole interesse storico e documentazione essenziale e primaria per la storia sociale in Genova. Una convenzione stipulata nel 1999 con la CISL Regionale Liguria, ha permesso al Centro di acquisire anche la biblioteca e l’archivio di questa organizzazione, costituendo così, insieme all’archivio della Camera del lavoro e della CGIL ligure, uno dei più consistenti fondi archivistici sindacali della nostra regione.
Il servizio di prestito è gratuito e aperto a tutti i lettori, senza particolari formalità. E' possibile la consultazione su appuntamento, scrivendo a: giandomenico.ricaldone@tin.it


Emilia Romagna


  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Archivio storico CGIL Reggio Emilia Via Roma, 53
42100 Reggio Emilia (RE)
Tel: 05224571
Fax: 0522454161
Mail: Ettore_Violi@er.cgil.it

Ulteriori informazioni

La Camera del Lavoro territoriale di Reggio Emilia ha costituito il proprio archivio con la finalità di conservare, catalogare e valorizzare il materiale custodito. Nel 1985, in ragione della delibera del Consiglio comunale di Reggio Emilia, parte dell’archivio storico è accolta in deposito presso la biblioteca A. Panizzi.
Nel 1986 l’archivio storico e l’archivio di deposito sono stati dichiarati di interesse storico dal Sovrintendente archivistico per l’Emilia Romagna. Infine, nel 1997, è stata sottoscritta una convenzione tra la CdLT Reggio Emilia e la CGIL Scuola nazionale con la quale CGIL Scuola si impegna a raccogliere i materiali per la realizzazione del proprio archivio nazionale mentre la CdLT di Reggio Emilia assume la responsabilità di conservare, trattare archivisticamente e rendere fruibili tali materiali. La gestione è affidata all’ufficio archivio della CdLT il cui responsabile è Ettore Violi. L’archivio, anche in collaborazione con altri soggetti, promuove regolarmente diverse attività: convegni, mostre documentarie o fotografiche, ricerche ed altre iniziative inerenti argomenti oggetto della propria attività istituzionale. Sono inoltre in fase di attuazione alcuni importanti progetti: entro il 1999 sarà redatto un elenco sommario dei fondi d’archivio delle Federazioni provinciali di categoria; successivamente si procederà alla inventariazione, almeno per le carte relative alla Camera Confederale del Lavoro; in tempi brevi, riproduzione fotografica e schedatura di un primo lotto della collezione di manifesti.
I fondi comprendono 2048 bb., 807 fascicoli., 44 regg., 10 raccoglitori per complessivi oltre 200 metri lineari, arco cronologico ricoperto: 1872 - 1994.
L’Archivio è aperto dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00
di tutti i giorni lavorativi ad esclusione dei sabati.
Logo Archivio storico CGIL Bologna Via Marconi, 69E
40122 Bologna (BO)
Tel: 0516087219
Fax: 051249236
Mail: bo_ass_paolo_pedrelli@er.cgil.it paolo_pedrelli@hotmail.com

Ulteriori informazioni

L’associazione Paolo Pedrelli ONLUS si è costituita dal luglio 1998 per gestire l’archivio storico della CdLM-CGIL di Bologna e della CGIL Regionale, e per fare ricerca sui contenuti ed i cambiamenti in atto nel lavoro, sulla organizzazione del lavoro e sulle dinamiche dei sistemi contrattuali. Da pochi mesi è entrata nell’associazione anche la CdLT-CGIL di Imola, per la gestione del proprio archivio storico. L’associazione è nata fondendo l’imponente patrimonio archivistico del sindacato bolognese e regionale, con le competenze del centro per l’innovazione, la ricerca e la formazione della CdLM-CGIL di Bologna. Il carattere interdisciplinare del lavoro dell’associazione è testimoniato dalla composizione del Comitato Scientifico, nel quale sono presenti studiosi di varie discipline attivi nel mondo accademico, sindacalisti e rappresentanti di importanti istituzioni culturali della città. L’Archivio Storico, aperto al pubblico, è stato riconosciuto nel 1986 di rilevante interesse storico. Nell’Archivio di Bologna sono conservate le carte e i documenti ereditati dalle strutture sindacali relativamente al periodo 1944-1988. I vari fondi in cui si articola comprendono: la Camera del Lavoro Metropolitana di Bologna; la CGIL Regionale; alcune zone sindacali e Camere del Lavoro locali; le Federazioni di categoria regionali e provinciali. Sono inoltre conservate carte e documenti di singoli dirigenti sindacali, archivi di strutture interne e unitarie, il fondo archivistico e bibliotecario specifico della CGIL Regionale denominato Sindacato/Migrazioni, sul fenomeno migratorio esistente in ambito regionale. Da segnalare il fondo personale donato da Luigi Arbizzati, contenente documenti sul periodo fondativo, sull'attività sindacale prima e durante il fascismo, sul periodo della Ricostruzione.
L’Archivio è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.30, martedì e giovedì pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30.
Logo Archivio storico CGIL Modena Viale Ciro Menotti,137
41100 Modena (MO)
Tel: 059219442
Fax: 059214899
Mail: istituto@istitutostorico.com archivio@istitutostorico.com

Ulteriori informazioni

L’archivio storico della CGIL di Modena è conservato, a seguito di una convenzione, presso l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Modena. Le modalità d’accesso all’archivio e ai servizi ad esso collegati sono quelle dell’Istituto: orario di apertura di 32 ore settimanali, servizio di fotocopiatura, consulenza scientifica e documentaria. È disponibile sia un inventario cartaceo sia un inventario informatizzato, che consente una ricerca per parole chiave. L’inventario è inoltre consultabile in Internet, nel sito dell’Istituto storico. L’Archivio è costituito dai fondi della Camera del lavoro confederale, delle categorie e di alcune Camere del lavoro locali, per un totale di 1.086 buste. Il periodo coperto va dal 1945 al 1976, ma non manca anche documentazione di periodi precedenti, in particolare documenti relativi ai sindacati fascisti. Pur in presenza di alcune lacune, relative in particolare ai primi anni del dopoguerra, il materiale offre un quadro abbastanza completo delle lotte operaie e contadine e dell’attività sindacale nel dopoguerra, e costituisce uno dei nuclei documentari più rilevanti a livello nazionale. All’archivio storico CGIL sono aggregati alcuni fondi minori, in particolare raccolte documentarie di ex dirigenti sindacali: il più importante è il fondo Franco Beghelli, che conserva carte sul sindacato dagli inizi del secolo fino ai giorni nostri. È conservato anche un fondo di documenti raccolti nel quadro di una ricerca, coordinata da Luciano Camurri, sulla storia del sindacato modenese dall’unità d’Italia all’affermazione del fascismo.
L’Archivio è consultabile dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 19.00.
Logo Archivio storico CGIL Cesena Via Tito Maccio Plauto 90
47023 Cesena (FC)
Tel: 0547642111
Fax: 054729590
Mail: cgil@kjws.com

Ulteriori informazioni

La Camera del lavoro di Cesena ha costituito il proprio archivio con la finalità di conservare, catalogare e valorizzare il materiale custodito dal 1946 al 1998. L’archivio comprende 774 faldoni e 1300 fascicoli che ricoprono il periodo dal 1946 al 1998. Sono giacenti, da classificare, nuclei documentari per una cinquantina di faldoni.
L’Archivio è aperto tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 11.00.
Logo Archivio storico CGIL Imola Via Emilia, 44
40026 Imola (BO)
Tel: 0542605.654
Fax: 054260.56.54
Mail: im_cgil@er.cgil.it

Ulteriori informazioni

L’Archivio storico della Camera del Lavoro di Imola è ospitato nel salone principale del seicentesco palazzo Miti-Zagnoni, sede della stessa Camera del Lavoro. Nel medesimo luogo si trovano anche la biblioteca con 600 volumi (testi di natura sindacale) e l’emeroteca con 115 testate tra riviste, periodici e collane (dagli anni ‘40 ad oggi). L’attività dell’archivio storico ha inizio nel 1980 in concomitanza con una serie di iniziative relative all’80° della nascita della Camera del Lavoro di Imola. La sua costituzione è passata attraverso varie fasi che vanno dal recupero del materiale documentario (prima conservato in maniera casuale nella vecchia sede di via Morelli), all’arricchimento, fino a una prima, vera e propria organizzazione dell’archivio. I fondi conservati sono numerosi e cospicui e la documentazione copre un arco cronologico che va dal periodo successivo all’aprile del 1945 ai giorni nostri (sono presenti, però, anche alcuni documenti anteriori al 1945).
L’Archivio custodisce al proprio interno i fondi archivistici Camera del Lavoro di Imola, 1945 - 1991, Federbraccianti territorio Imolese, 1969 - 1982, FIOM, 1948 - 1990 (con qualche documento a partire dal 1928), Edili e affini - Legno, 1948 - 1983, Chimici, 1952 - 1987, Trasporti, 1962 - 1991, Tessili e Abbigliamento, 1948 - 1980, Alimentazione, 1956 - 1980, Enti Locali - Ospedalieri, 1947 - 1988, Commercio - Esercizi Pubblici, 1954 - 1973, Poligrafici e Cartai, 1969 - 1975 (qualche documento del 1954), Postelegrafonici - Telefonici, 1973 - 1982, Bancari, 1976 - 1986, Statali - Parastatali, 1973 - 1986, Scuola, 1975 - 1990, Elettrici, 1955 - 1977, Spettacolo, 1958 - 1980, Pensionati, 1978 - 1988, Sindacato di Polizia, 1976 - 1982, SUNIA, 1973 - 1990, Cogne, 1945 - 1983, Giovannini (fondo personale), 1950 - 1983.
E’ aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.30, martedì e giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00.
Logo Archivio storico CGIL Ferrara
presso Archivio Storico del Comune di Ferrara
Via Giuoco del Pallone, 8
44100 Ferrara
Tel. e Fax 0532 207343 Mail: iscofe@inwind.it

Ulteriori informazioni
La Camera del Lavoro di Ferrara ha costituito il proprio Archivio storico a partire dal 1991, data in cui ha dato vita ad una convenzione con l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara per il recupero e il riordino di documenti sindacali. Conserva al proprio interno una ricca emeroteca, oltre che una interessante fototeca e audioteca.
L’Archivio è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00.
Logo Archivio storico CGIL Rimini Via Caduti di Marzabotto, 30
47037 Rimini (RN)
Tel: 0541 779946/11
Fax: 0541774156
Mail: mzangara@er.cgil.it

Ulteriori informazioni

La CGIL di Rimini, tramite una apposita convenzione, ha affidato nel dicembre 1998 il riordino e la catalogazione dell’archivio all’Istituto per la Storia della Resistenza dell’Italia Contemporanea della provincia di Rimini. Contiene i seguenti fondi ordinati e catalogati: Fondo FILCAMS - Federazione territoriale lavoratori commercio albergo mensa e servizi: 85 bb, 9 m/l, 1951-1996. Fondo FILLEA - Federazione territoriale lavoratori legno edili e affini: 64 bb, 7 m/l, 1956-1996. Fondo FILTEA - Federazione territoriale lavoratori tessili e abbigliamento: 34bb, 3.5m/l, 1961-1995. Fondo FNLE - Federazione territoriale lavoratori energia: bb. 9, 1 m/l, 1965-1996. Fondo FILZIAT - Federazione territoriale lavoratori zucchero industria alimentare tabacco: 5 bb, 0,5 m/l, 1968-1987. Fondo FLAI - Federazione territoriale lavoratori agro-industria: 5 bb., 0,5 m/l, 1987-1991. Ogni catalogo (cartaceo e aggiornabile informaticamente) è composto da una approfondita introduzione, da un inventario sommario e da uno analitico in cui viene indicato titolo, descrizione ed estremi cronologici di ogni fascicolo.  Particolarmente cospicui sono i fondi non ordinati di FP - Funzione Pubblica, FILT - Federazione lavoratori trasporti, FIOM - Federazione operai metalmeccanici.
L’Archivio è aperto tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 13.00 sabato escluso.

Logo Archivio storico CGIL Parma Via Massimo d'Azeglio, 45
43100 Parma (PR)
Tel: 0521218019 0521218020
Fax: 0521218593
Mail: archivio@biblcom.unipr.it

Ulteriori informazioni

La Camera del Lavoro territoriale di Parma e provincia ha scelto di depositare, nel 1992, il proprio Archivio Storico presso l’Archivio Storico Comunale cittadino ad integrazione della memoria storica della città affinché sia conservato in una struttura pubblica disponibile alla comunità. Il deposito, regolato per mezzo di una convenzione, è aperto e prevede il “versamento” dei documenti non più utili alla quotidiana attività sindacale. In tale convenzione si è stabilito anche che il Fondo possa accrescersi con l’apporto dei documenti dei singoli militanti. La consistenza dei documenti riordinati ammonta a circa 150 buste, il materiale attualmente da sottoporre a riordino consta di circa 10 metri cubi. Per il materiale riordinato è stato redatto un inventario consultabile presso l’Archivio comunale.
Orari di apertura: lunedì, martedì e venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13.30, mercoledì e giovedì dalle ore 8.00 alla ore 18.00, sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00. Per la consultazione del materiale, attualmente riordinato, è preferibile un appuntamento telefonico.
Logo Archivio storico CGIL Forlì
c/o Camera del Lavoro
Via P. Maranelli, 34 - Forlì
 
Ulteriori informazioni
L’Archivio storico della Camera del Lavoro di Forlì, fondata il 29 dicembre 1901 sulla spinta delle manifestazioni per il 1° Maggio, iniziate nel 1891, e con l’incoraggiamento dell’Amministrazione comunale, è conservato presso i locali dell’attuale sede centrale di Forlì. E’ stato stipulato un accordo con l’Istituto Storico della Resistenza di Forlì con due finalità: a) il recupero dei materiali del periodo prefascista e fascista, sia con la collaborazione di archivi nazionali che con la ricezione di raccolte private; b) la gestione corrente dell’archivio. Il materiale ivi depositato (di cui raccolta e riorganizzazione sono in atto ma ancora non completate) è compreso in 382 metri lineari attualmente così suddivisi: materiale archivistico ml. 250, in larga parte di carattere locale e provinciale, materiale contrattualistico ml. 30 (testi di CCNL, accordi aziendali, ecc.), materiale librario ml. 100, materiale fotografico, oltre 400 fotografie e raccoglitori mobili per esposizioni.
Rilevante e impegnativo si preannuncia il lavoro di recupero e riorganizzazione di materiali di diverse estrazioni attualmente in possesso di singoli (ex dirigenti della Camera del Lavoro, militanti di lungo impegno, notisti e storici amatoriali locali). L’Archivio è aperto dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15,30 alle ore 18.00 di tutti i giorni lavorativi (esclusi il sabato pomeriggio).
Logo Centro Archivi del Novecento Via Corrado Ricci, 26
48100 Ravenna (RA)
Tel: 054430386
Fax: 0544212437
Mail: biboriani@sbn.provincia.ra.it

Ulteriori informazioni

Il Centro Archivi del Novecento comprende gli archivi storici della Fondazione Casa di Oriani e dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Ravenna e Provincia. Un patrimonio archivistico imponente, articolato in numerosi fondi, che copre vari aspetti della storia politica, sociale ed economica del Novecento ravennate. Tra i fondi costituenti l’Archivio della Fondazione Casa di Oriani si segnala il Fondo CGIL, Camera del lavoro territoriale di Ravenna.
L’archivio storico della Camera del lavoro di Ravenna è costituito da un nucleo documentario i cui estremi cronologici vanno dall’immediato secondo dopoguerra fino agli anni Novanta e si compone di circa 1.500 buste. La grande mole di documentazione offre la possibilità di uno studio approfondito sulle dinamiche economiche e sociali del territorio ravennate nel passaggio dalla tradizione agricola e bracciantile alla modernizzazione industriale, sulle peculiarità di alcuni settori produttivi, come la compartecipazione e la cooperazione in agricoltura, e su alcune realtà produttive specifiche come l’Anic e il porto. L’inventario, predisposto nel 2000, riflette l’articolata struttura di un ente sindacale, organizzata a livello “orizzontale” (e cioè in strutture sindacali che riuniscono i lavoratori a livello territoriale) e a livello “verticale” o di “categoria” (strutture sindacali che riuniscono i lavoratori secondo il comparto o settore produttivo a cui appartengono - a loro volta suddivise a livello territoriale).

Logo Fondazione Argentina Bonetti Altobelli Via G. Marconi, 69
40122 Bologna (BO)
Tel: 051294857
Fax: 051251055
Mail: cinzia_roda@er.cgil.it

Ulteriori informazioni

La conservazione del patrimonio storico del sindacato è il primo obiettivo della Fondazione Argentina Bonetti Altobelli. La Fondazione intende facilitare la conoscenza, la divulgazione e l’approfondimento della storia della CGIL, attraverso la valorizzazione del patrimonio storico ed archivistico del sindacato dell’Emilia Romagna conservato negli archivi storici delle Camere del Lavoro provinciali. Concepita come servizio didattico e culturale a disposizione di quanti, in Italia o all’estero, siano interessati a documentarsi sul sindacato e sui problemi sociali, la Fondazione Argentina Bonetti Altobelli promuove il confronto storico e scientifico a partire da un’attività di ricerca sulla storia del lavoro e del sindacato.
La Fondazione, che non ha fini di lucro, vuole in particolare: promuovere la conoscenza dei manoscritti e dei volumi, attinenti l’attività svolta dal sindacato, affidare studi e ricerche nel campo della documentazione storica a scienziati di alto e riconosciuto valore, pubblicare studi relativi alle predette ricerche, promuovere, incoraggiare ed aiutare ogni altra iniziativa, diretta o indiretta, finalizzata allo sviluppo degli studi sui temi di pertinenza sindacale o sociale.
Logo Archivio storico CGIL Piacenza Istituto Storico della Resistenza e della storia contemporanea di Piacenza
Via Roma 23
Tel e fax: 0523 - 330346 Mail: iserc@tin.it

Ulteriori informazioni
L’Archivio storico della Camera del Lavoro di Piacenza, la cui fondazione risale al 1891 (la più antica fra le Camere del Lavoro nel nostro paese) è conservato presso l’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea della città, in base ad una convenzione stipulata nel giugno 1999.
La parte di archivio già inventariata comprende circa 600 buste di documentazione, numerosi manifesti e volantini di carattere politico e sindacale non ancora inventariati, opuscoli e riviste. L’arco cronologico ricoperto va dal 1930 e, più generalmente, dagli anni cinquanta al 1991, anno in cui il fondo è stato inventariato. La tipologia documentaria è estremamente varia (contratti, verbali, vertenze, dati e documentazione relativi alla disoccupazione giovanile, rilevamenti statistici...) e sicuramente di grande interesse per chi desideri conoscere e studiare da vicino le vicende storiche del sindacato, dei lavoratori e in generale dell’economia piacentina in età contemporanea.
L’Archivio è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, giovedì dalle ore 14.30 alla ore 18.30 e sabato previo appuntamento telefonico.


Toscana


  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Centro Documentazione e Archivio Storico CGIL Toscana Via Pier Capponi, 7
50132 Firenze (FI)
Tel: 0555036288
Fax: 0555036200
Mail: centrodocumentazione.regionale@tosc.cgil.it

Ulteriori informazioni

La consultazione dei materiali bibliotecari è libera per tutti i frequentatori (sindacalisti, studenti, ricercatori, ecc.). Per l’accesso ai materiali d'archivio è richiesta lettera di presentazione. L’Archivio ospita al proprio interno i seguenti fondi inventariati e consultabili: Confederterra toscana (1944-1978); FIOM provinciale di Firenze (1944-1972); Sindacato pittori e scultori di Firenze (1926-1956), Federazione italiana dipendenti aziende di telecomunicazioni (1944-1954), Fondo FIDAE-FNLE regionale Toscana, provinciale Firenze e Larderello (1944-1990); Fondo Bancari e Assicuratori (FIDAC-FILDA poi FISAC) di Firenze; Fondo Associazione nazionale licenziati per rappresaglia politica e sindacale. Comitato provinciale di Firenze; Fondo Camera del Lavoro di Pontassieve (1949-1985) e archivio aggregato di quella di Pelago (1945-1982).I fondi CGIL regionale, FLM e Alimentaristi sono attualmente in fase di riordino e non sono ancora accessibili.L’Archivio è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30.

Logo Fondazione valore lavoro onlus - Archivio storico CGIL Pistoia Via Niccolò Puccini,104
51100 Pistoia (PT)
Tel: 0573378525
Fax: 0573378555
Mail: archiviostorico@pistoia.tosc.cgil.it

Ulteriori informazioni

L’Archivio ospita al proprio interno materiali dal 1944. Sono presenti contratti, accordi e tabelle salariali, foto, manifesti, fondi librari, emeroteca, ecc. materiali solo in parte riordinati. L’Archivio è consultabile previo accordo telefonico.
Logo Archivio del Movimento operaio e contadino in Provincia di Siena - (AMOC) c/o CdL di Poggibonsi Piazza Matteotti, 8
53036 Poggibonsi (SI)
Tel: 0577936165 Mail: amocsiena@gmail.com

Ulteriori informazioni

Vi si trovano raggruppati gli archivi delle strutture sindacali CGIL della provincia. Sede di circa 100mq con circa 500m lineari di materiale, in larga parte riordinato. Esiste un inventario a stampa. L’Archivio, consultabile su appuntamento telefonico, ospita al proprio interno materiali dal 1945 ed è arricchito da una importante emeroteca. L’Archivio è aperto lunedì e martedì dalle ore alle 9 ore 17,00.
Logo Archivio storico CGIL Pisa  Viale Bonaini, 71
56100 Pisa (PI)
Tel: 050515215
Fax: 050500448
Mail: segreteria@pisa.tosc.cgil.it

Ulteriori informazioni
L’Archivio ospita al proprio interno materiali prodotti dalla Camera del Lavoro nella esplicazione delle sue varie attività.
Logo Archivio “Mauro Giannasi” della Camera del Lavoro di Castelnuovo di Garfagnana Via Azzi Francesco, 44
55032 Castelnuovo di G.na (LU)
Tel: 058365079 Mail: mmassari@lucca.tosc.cgil.it

Ulteriori informazioni
L’Archivio ospita al proprio interno materiali dal 1970 al 1992. Il materiale d’Archivio è consultabile previo accordo telefoniconico.
Logo Archivio storico della Camera del Lavoro di Prato e provincia Piazza Mercatale, 89
59100 Prato (PO)
Tel: 0574459111
Fax: 0574459303
Mail: cgil@prato.tosc.cgil.it

Ulteriori informazioni

L’Archivio ospita al proprio interno materiali dal 1944. Sono presenti contratti, accordi e tabelle salariali dal 1919 al 1943. Esiste una guida dei materiali fotografici e dei manifesti. La lista è consultabile on line: - Lista Volumi, - Lista Argomenti, - Elenco contratti di lavoro; - Elenco dei materiali dell'Archivio Storico CdL Prato. L’Archivio ospita al proprio interno una importante appendice fotografica ed è arricchito da una ricca emeroteca e da una importante raccolta di manifesti.

Logo Centro documentazione per la storia Mugellana nell’età contemporanea e nella
Resistenza
Piazza Dante, 34
50032 Borgo San Lorenzo (FI)
Tel: 0558496081 (c. Felice Bifulco) Mail: cdlborgo@firenze.tosc.cgil.it

Ulteriori informazioni

Vi è depositato l’archivio riordinato della Camera del Lavoro di Vicchio del Mugello. E’ consultabile previo accordo telefonico.
Logo Archivio della CdL di Grosseto c/o Biblioteca Comunale di Follonica Interno ex Ilva
58022 Follonica (GR)
Tel: 056659380
Fax: 056644340
Mail: biblioteca@comune.follonica.gr.it

Ulteriori informazioni

L’Archivio, depositato presso la Biblioteca Comunale di Follonica, riordinato e consultabile, ospita al proprio interno circa 85 metri lineari di materiali dal 1944. E’ aperto dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9 alle ore 19,30 - Sabato dalle ore 9 alle ore 13.
Logo Archivio della Camera del Lavoro di Piombino  Via Ferruccio, 18
57025 Piombino (LI)
Tel: 056563361
Fax: 056563290
Mail: archiviostorico@comune.piombino.li.it

Ulteriori informazioni
Parzialmente riordinato, conserva al proprio interno Circa 250 buste di documentazione dal 1945 al 1986.


Marche


  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche  Via Villafranca, 1
60122 Ancona (AN)
Tel: 0712071205
Fax: 071202271
Mail: archivio@istitutostoriamarche.it segreteria@istitutostoriamarche.it

Ulteriori informazioni

Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche L'Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche è un moderno centro studi di storia contemporanea costituito ad Ancona nel 1970 e associato all'Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia. All'Istituto regionale sono associate le sedi provinciali di: Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro. Attraverso la propria attività l’Istituto si propone la raccolta, la cura e la conservazione di documenti e di archivi, con particolare riguardo alle fonti e alle memorie di storia regionale e locale. Conserva al proprio interno i fondi Segreteria CGIL regionale, Camera del lavoro di Ancona, Camera del lavoro di Senigallia, Camera del lavoro di Jesi, Camera del lavoro di Osimo, Camera del lavoro di Fabriano, Federbraccianti,
FIAI, FIDAC, FIDAE e federazioni di categoria diverse.
Nel 1992 l'archivio storico è stato riconosciuto dalla Soprintendenza archivistica per le Marche di Ancona quale "archivio di notevole interesse storico".

Lazio

 

  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Archivio storico della CGIL di Roma e del Lazio "Manuela Mezzelani" Via Buonarroti, 12
00185 Roma (RM)
Tel: 0647823327
Fax: c/o Amministrazione Cgil 064828914
Mail: arcstor@lazio.cgil.it giuseppe_sircana@lazio.cgil.it

Ulteriori informazioni

Sin dal suo sorgere il movimento sindacale ha svolto un ruolo di primo piano nelle vicende economiche, sociali e politiche del nostro paese. Di qui l’importanza primaria che le fonti sindacali assumono per la ricostruzione della storia contemporanea, sia a livello nazionale che in ambito locale. Consapevole di ciò, la CGIL è da tempo impegnata nell’opera di conservazione, tutela e valorizzazione del proprio patrimonio storico-documentario attraverso la costituzione di propri archivi storici. L’Archivio Storico della CGIL di Roma e del Lazio "Manuela Mezzelani", costituito nel 1977, è stato riconosciuto dalla Soprindendenza Archivistica per il Lazio "di notevole interesse storico".
Oltre a conservare e rendere consultabile la documentazione, l’Archivio Storico assume iniziative volte alla valorizzazione del proprio patrimonio storico (ricerche, pubblicazioni, mostre, ecc.). In questo ambito l’Archivio è aperto alla più vasta collaborazione con soggetti esterni in particolare con le scuole e l’Università, offrendo consulenza e assistenza agli studenti impegnati nelle tesi di laurea. L’accesso all’Archivio è consentito agli studiosi da lunedì a venerdì (orario 9,30/13 - 16/18,30, ma si consiglia appuntamento telefonico).


Campania


  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Archivio storico - Biblioteca CGIL Campania Via Torino, 16
80124 Napoli (NA)
Tel: 0813456268 - 292
Fax: 0813456268
Mail: biblioteca@cgilcampania.it

Ulteriori informazioni
L’archivio riflette puntualmente la struttura organizzativa della CGIL e documenta in maniera efficace l’attività dell’organizzazione a Napoli e in Campania. I nuclei principali sono costituiti dalle carte della Camera confederale del lavoro di Napoli, da quelle del Comitato regionale della Campania e dalla documentazione relativa alla Federazione regionale unitaria CGIL-CISL-UIL. In continuo incremento i fondi relativi ai sindacati di categoria e all’attività svolta da singoli dirigenti; cospicuo il carteggio della Camera confederale del lavoro di Napoli e del Comitato regionale con la CGIL nazionale e con le altre strutture campane, territoriali e di categoria. Di particolare interesse appaiono i fascicoli relativi alla composizione degli organismi dirigenti della Camera del lavoro di Napoli (1943-1979), i verbali di segreteria (1953-1957) e i verbali del comitato direttivo (1955-1961) della stessa Camera del lavoro e la serie degli atti congressuali.
Dell’archivio della Camera del lavoro di Napoli è poi da considerarsi parte integrante la documentazione di carattere sindacale contenuta nelle buste 6-12 del fondo “Clemente Maglietta” (conservato presso l’Istituto Campano per la Storia della Resistenza di Napoli), relativa agli anni nei quali lo stesso Maglietta fu segretario del suddetto organismo (1945-1955).
Tra i fondi relativi alle categorie si possono citare, a titolo di esempio, quelli della FIOM, della FLAI, della Funzione pubblica, della Flne, della FILTEA, dello SPI; tanti – e sarebbe perciò impossibile richiamarli tutti – i dirigenti sindacali che hanno versato le loro carte all’archivio generale. Oltre al materiale documentario propriamente detto, l’archivio comprende anche una sezione fotografica (che si compone di circa 3500 fotografie organizzate in fascicoli tematici e raccolte in 121 buste), un’interessante raccolta di manifesti composta da circa 2200 unità – entrambe quasi completamente digitalizzate - e una sezione audiovisiva consistente in un centinaio di pezzi.
L’Archivio è consultabile previo appuntamento telefonico.
Logo Archivio provinciale CGIL di Salerno Via Francesco Manzo, 64
84100 Salerno (SA)
Tel: 0892586711
Fax: 0892586710
Mail: salerno@mail.cgil.it

Ulteriori informazioni
L’Archivio ospita al proprio interno una raccolta completa di tessere CGIL dal 1901 ad oggi, oltre che una significativa sezione fotografica.


Puglia


  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Fondazione Gramsci di Puglia Via Abate Gimma, 171, Bari,  Tel: 0805211934
Mail: segreteria@cgilpuglia.it

Ulteriori informazioni
L' Istituto Gramsci Sezione pugliese - fu questa la sua prima denominazione - fu istituito nel 1973 come organismo di ricerca del Comitato Regionale del PCI e per iniziativa di un primo nucleo di intellettuali diretti da Giuseppe Vacca e Franco De Felice. Pur nascendo come emanazione diretta del PCI regionale l'Istituto si proponeva di coinvolgere nei suoi lavori e nella promozione delle sue iniziative un più vasto schieramento di intellettuali democratici, interessati all'approfondimento dell'analisi della società pugliese e della sua storia. A tal fine l'Istituto avviò la costituzione di un archivio, di una biblioteca e di una emeroteca, specializzando il proprio patrimonio documentario e librario in direzione della storia del movimento operaio e democratico pugliese e dell'analisi economica e sociologica della regione e più in generale del Mezzogiorno. La biblioteca oggi consta di circa 15.000 monografie, di 20 periodici e 5 quotidiani, e l' archivio costituito in un primo momento dalla documentazione prodotta dagli organismi provinciali e regionali del PCI si è arricchito negli anni dei fondi provenienti da associazioni democratiche e singoli militanti. Conserva al proprio interno il Fondo Federazione italiana lavoratori poligrafici e cartai di Foggia.


Calabria


  Denominazione Indirizzo   Web
Logo Archivio Storico CGIL Calabria Via Massara, 22
88100 Catanzaro (CZ)
Tel: 096177841 0961778446
Fax: 0961770323
Mail: info@cgilcalabria.it

Ulteriori informazioni
L’archivio Storico della CGIL Calabria è una realtà ormai da 8 anni. Si trova presso la sede regionale del sindacato a Catanzaro. L’obiettivo è quello di conservare e rendere fruibili i documenti e quanto altro d’iconografico hanno prodotto nel tempo le varie strutture o livelli di rappresentanza dei lavoratori di questa regione. L’archivio è aperto a tutti i ricercatori ed a quanti amano conoscere la storia del sindacato calabrese: dalle lotte per lo sviluppo alle quelle per l’occupazione e la difesa dei diritti contrattuali e normativi delle lavoratrici e dei lavoratori, dalle lotte dei disoccupati o che hanno perso l'occupazione a quelle dei giovani in cerca di un lavoro, dalle lotte per le conquiste in materia di Welfare - State alle battaglie per la difesa dei diritti previdenziali e normativi dei pensionati, dalle lotte per la difesa della democrazia alle battaglie contro le mafie e per la difesa dell’ambiente, dalle lotte per i diritti civili a quelle per i nuovi lavori e per la dignità di tutti prestatori d’opera subordinata, ecc.
L’Archivio è consultabile previo appuntamento telefonico.

 

Sicilia


  Denominazione Indirizzo   Web
Istituto Gramsci Siciliano onlus Via Paolo Gili,4
90138 Palermo (PA)
Tel: 091591523 091591557
Fax: 0916513952
Mail: igramsci@neomedia.it

Ulteriori informazioni

Fin dalla sua fondazione, l’Istituto Gramsci Siciliano, facendo appello innanzi tutto alle organizzazioni politiche e sindacali e ai loro dirigenti, ha avviato la costituzione di un Archivio storico con lo scopo di reperire, salvaguardare e mettere a disposizione dei ricercatori i materiali documentari di qualsiasi natura ad esso affidati in dotazione o in deposito, attinenti alla storia della Sicilia e in particolare alla storia del movimento operaio, contadino e autonomista siciliano. Il patrimonio documentario finora raccolto è costituito in massima parte da documenti interni di partiti e sindacati, materiale propagandistico, lettere, materiali a stampa, relazioni politiche ed economiche dallo sbarco degli alleati in Sicilia fino agli anni Ottanta.
Conserva al proprio interno il Fondo FISAC CGIL Banco di Sicilia (1943-1990). Documentazione relativa alla riforma agraria e alle lotte per l’assegnazione delle terre, allo sviluppo in genere dell’economia agricola siciliana, è presente in particolare nel fondo Alleanza coltivatori siciliani. Il fondo Comitato di solidarietà democratica, organizzazione sorta nell’estate del 1948 allo scopo di assistere legalmente tutti coloro che venivano colpiti dalle misure repressive durante le lotte per le libertà democratiche, per la riforma agraria e per il lavoro, conserva materiali che documentano in modo organico le molteplici attività svolte dal comitato palermitano e siciliano e le questioni legate alla sua organizzazione interna. Sono presenti atti di procedimenti penali che riguardano le occupazioni delle terre e le lotte per il lavoro, relazioni sul lavoro svolto e da svolgere, dati statistici, nonché un’ampia corrispondenza fra i detenuti, i loro familiari e il Comitato.




«dicembre 2018»
»lumamegivesado
>262728293012
>3456789
>10111213141516
>17181920212223
>24252627282930
>31123456
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy