Esodati: CGIL, dati sballati. Ci sono migliaia di fantasmi senza reddito? Forse non si vuole risolvere il problema

12/04/2012

Il governo scherza con il fuoco. Si confermano infatti i dati che erano contenuti in manovra che come sa bene lo stesso governo si riferiscono ad una sola delle tipologie di lavoratori senza stipendio e senza pensione. La CGIL conferma la sua posizione: va trovata una soluzione per tutti coloro che sono senza pensione e senza reddito e la lotta continuerà fino a questo risultato. La manifestazione di domani sarà una prima grande risposta”. Lo afferma Vera Lamonica che commenta i dati forniti dal Ministero del lavoro sugli esodati:

“Se fossero veri questi dati di oggi – continua Lamonica – non si capirebbe perché si è voluto tenere per mesi l'intero paese in ansia, non si capirebbe il lungo lavoro del parlamento sul milleproroghe, e non si capirebbero le esternazioni continue dello stesso governo su questo tema. Ma se fossero vere queste cifre, dovremmo anche dire che le migliaia di lavoratori e lavoratrici che si sono rivolti al sindacato non sono reali. Sono solo dei fantasmi”.

A questo punto, dice ancora la dirigente della CGIL, che cosa dice l'Inps. “E' anche ben strano infatti che proprio ieri l'Inps, in sede di commissione parlamentare, abbia dato una cifra molto diversa (130 mila) di quella fornita oggi dal ministero”.  “Il dubbio – dunque – è che con queste cifre si voglia nascondere la vera entità del fenomeno e in sostanza non si voglia risolvere il problema. E forse non si vuole risolvere il problema perché si dovrebbe ammettere di aver fatto una riforma delle pensioni sbagliata e superficiale”.


Classificazione:
[Welfare] 


«ottobre 2019»
»lumamegivesado
>30123456
>78910111213
>14151617181920
>21222324252627
>28293031123
>45678910
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy