Lavoro: ISTAT, cresce disoccupazione giovanile. 3milioni i precari

31/08/2012 In Italia il tasso di disoccupazione raggiunge il 10,5%, dato drammatico quello giovanile: 35,3%. Sono oltre 618mila i giovani italiani tra i 15 e i 24 anni in cerca di lavoro

Sono oltre 618mila i giovani italiani tra i 15 e i 24 anni in cerca di lavoro. Un dato che testimonia l'incedere della crisi e di come essa si scagli con maggiore forza sulle giovani generazioni. Secondo i dati ISTAT, diffusi questi mattina (31 agosto), il tasso di disoccupazione giovanile a luglio è al 35,3%, in aumento di 1,3 punti percentuali su giugno e di 7,4 punti su base annua. Il ritmo di crescita annuo della disoccupazione giovanile è triplo rispetto a quello complessivo.

E' tra le ragazze del Mezzogiorno che il tasso di disoccupazione, nel secondo trimestre 2012, tocca un picco del 48%.

Pochi giovani lavoratori e precari. Secondo l'ISTAT, infatti, nel secondo trimestre 2012 i lavoratori dipendenti a termine sono 2milioni 455mila, il livello più alto dal secondo trimestre del 1993 (inizio serie storiche). Inoltre, sottolinea l'ISTAT, che sommando i collaboratori (462 mila) si arriva a quasi tre milioni di lavoratori precari.


Secondo quanto rilevato dall'Istituto Nazionale di Statistica Il tasso di disoccupazione nel secondo trimestre 2012 risulta pari al 10,5%, in crescita di 2,7 punti percentuali su base annua. Si tratta del tasso più alto, in base a confronti tendenziali, dal secondo trimestre del 1999. Il tasso di disoccupazione a luglio resta stabile al 10,7%, lo stesso livello di giugno, il più alto da gennaio 2004 (inizio serie storiche mensili). Su base annua il tasso è in rialzo di 2,5 punti.



Classificazione:
[Politiche del lavoro] 


«agosto 2019»
»lumamegivesado
>2930311234
>567891011
>12131415161718
>19202122232425
>2627282930311
>2345678
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy