Legalità: parte campagna 'Io riattivo il lavoro'.

02/10/2012 La CGIL insieme ad altre associazioni impegnate nella lotta alla criminalità organizzata presenterà giovedì 4 ottobre una proposta di legge di iniziativa popolare a tutela dei lavoratori delle aziende sequestrate e confiscate alla mafia. La raccolta di firme in calce alla petizione andrà avanti per mesi e si dispiegherà nelle piazze e nei mercati delle nostre città perchè vengano restituiti alla collettività i patrimoni delle mafie
» Programma

Se è vero com'è vero che “Le aziende confiscate sono un bene di tutti” allora la CGIL sceglie di farne lo slogan per la sua campagna di lancio della Proposta di legge di iniziativa popolare a tutela dei lavoratori delle aziende sequesrate e confiscate alla criminalità organizzata.

Una campagna che partirà giovedì 4 ottobre (ore16 presso FNSI) col nome di “Io riattivo il lavoro”, a simboleggiare la volontà di riattivare il circuito che si interrompe (logo della campagna stessa) quando le imprese sottratte ai clan cessano la loro attività lasciando le maestranze senza lavoro, senza reddito e senza prospettive.

La raccolta di firme in calce alla petizione andrà avanti per mesi e si dispiegherà nelle piazze e nei mercati delle nostre città perchè vengano restituiti alla collettività i patrimoni delle mafie, e si possano valorizzare le enormi potenzialità di sviluppo di attività economiche e produttive dislocate anche in zone insospettate del territorio nazionale.

Un vasto arco di forze e di associazioni impegnate nell'azione di contrasto ai clan, l'Associazione Nazionale Magistrati, Libera, l'Arci, le Acli, Lega delle Cooperative, Sos Impresa, Avviso Pubblico, Centro studi Pio La Torre concorrerano all'iniziativa a fianco della CGIL e parteciperanno già al lancio di giovedì 4 ottobre, insieme al suo Segretario generale Susanna Camusso, con la presenza dei loro presidenti: Rodolfo Maria Sabelli, Don Luigi Ciotti, Paolo Beni, Andrea Olivero, Giuliano Poletti, Lino Busa, Andrea Campinoti, Vito Lo Monaco.

L'appuntamento è fissato per le ore 16 di giovedì 4 ottobre presso la Federazione nazionale della Stampa, sala Walter Tobagi, corso Vittorio Emanuele 349.

I contenuti dell'articolato di legge che punta ad ampliare l'attuale copertura degli ammortizzatori sociali, favorire l'emersione alla legalità delle aziende nel momento della gestione da parte dell'autorità giudiziaria, sostenere il percorso di riconversione delle aziende per rilanciarle nella fase di confisca, sarà il segretario confedeale della CGIL, Serena Sorrentino insieme a Luciano Silvestri, responsabile dell'Ufficio Legalità della Confederazione.


Classificazione:
[Legalità e sicurezza] 


«novembre 2017»
»lumamegivesado
>303112345
>6789101112
>13141516171819
>20212223242526
>27282930123
>45678910
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy