Commento alle misure della legge n. 78/2014 relative a contratti a termine, somministrazione, apprendistato e D.U.R.C.

23/07/2014

Il decreto legge del 20 marzo 2014, n. 34, convertito nella legge 16 maggio 2014, n. 78, ha immediatamente riformato e liberalizzato contratti a termine e apprendistato (oltre a “semplificazioni” documental-contributive), salvo rimandare a futuri decreti delegati l’introduzione di: contratto unico, nuovi ammortizzatori sociali, politiche attive, atti di gestione del rapporto, maternità e congedi parentali (v. d.d.l. delega A.S. n. 1428 all'esame della Commissione lavoro del Senato).

Pubblichiamo un commento a cura dell'Ufficio giuridico e vertenze delle norme del decreto riguardanti il contratto a termine, l'apprendistato e il DURC.


Allegati:
 Commento_legge_78-2014_sintesi_23.07.2014.pdf
Classificazione:
[Politiche del diritto] 


«dicembre 2019»
»lumamegivesado
>2526272829301
>2345678
>9101112131415
>16171819202122
>23242526272829
>303112345
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy