La Cgil lancia la 'Carta dei diritti universali del lavoro'

10/02/2016 » Cambiare segno ripartendo dal lavoro - intervento di Susanna Camusso su 'l'Unità'
Gli speciali di Rassegna Sindacale e RadioArticolo1



E' stata presentata il 18 gennaio a Roma dal segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, nel corso di una conferenza stampa (foto - video), la Carta dei Diritti Universali del Lavoro (testo integrale), ovvero un nuovo Statuto delle lavoratrici e dei lavoratori.

Una raccolta di norme destinate a tutto il mondo del lavoro, subordinato e autonomo, che a partire dai prossimi giorni sarà al centro delle assemblee nei luoghi di lavoro e dei pensionati, per la consultazione straordinaria delle iscritte e degli iscritti alla Cgil (verbale)

L’obiettivo è ambizioso: far diventare la Carta una legge d’iniziativa popolare per ridare dignità a tutti i lavoratori e a tutte le lavoratrici.

Con il nuovo Statuto la Cgil vuole innovare gli strumenti contrattuali preservando quei diritti fondamentali che devono essere riconosciuti ed estesi a tutti, senza distinzione, indipendentemente dalla tipologia lavorativa o contrattuale, perché inderogabili e universali. Diritti che vanno dal compenso equo e proporzionato alla libertà di espressione, dal diritto alla sicurezza al diritto al riposo, ma anche alle pari opportunità e alla formazione permanente, un aggiornamento costante di saperi e competenze. Per ricostruire un diritto del lavoro a tutela della parte più debole nel rapporto di lavoro.

Un pullman attraverserà tutta Italia per informare lavoratori, cittadini, studenti, pensionati sui contenuti della Carta dei Diritti. Prima tappa martedì 26 gennaio a Rimini, nello stesso giorno arriverà a Forlì, poi Bologna (27 gennaio), Ferrara (27 gennaio), Cesena (28 gennaio) e Piacenza (29 gennaio). Il pullman proseguirà il suo viaggio attraversando il Friuli Venezia Giulia (29 gennaio), Veneto (dal 30 al 1 febbraio), Trentino (2 febbraio), Alto Adige (3 febbraio), Lombardia (4, 5, 6 febbraio), Piemonte (7, 8, 9 febbario), Val d'Aosta (10 febbraio), Liguria (11 febbraio).

Nel centro Italia il pullman arriverà il 12 febbraio, attraverserà la regione Toscana e poi proseguirà la sua corsa nelle Marche (15 febbraio), Umbria (16 febbraio), Lazio (dal 17 al 19 febbraio), Abruzzo (22 febbario), Molise (23 febbraio), verrà poi traghettato in Sardegna (24 e 25 febbraio).

Dal 29 febbraio al 18 marzo il pullman viaggerà attraverso le regioni del sud Italia: Sicilia (29 febbraio e 1 marzo), Calabria (dal 3 al 5 marzo), Basilicata (6 e 7 marzo), Puglia (dall'8 al 10 marzo), in Campania (dall'11 al 13 marzo).

Per seguire tutte le tappe del viaggio su twitter @DirittiinMovimento



Materiali grafici




«luglio 2016»
»lumamegivesado
>27282930123
>45678910
>11121314151617
>18192021222324
>25262728293031
>1234567
News

© CGIL 2015 | Credits | Privacy